La Valle del Menotre: Pale, il Parco dell’Altolina e Rasiglia

di Jessica Mammoli, tour leader

C’è una zona dell’Umbria, vicino Foligno, che viene denominata Valle del Menotre in cui la natura la fa da padrona. Iniziamo il nostro viaggio partendo da Pale,  passando per il Parco dell’Altolina per terminare poi con Rasiglia. La Valle del Menotre è attraversata dall’omonimo fiume, sicuramente non il più importante dell’Umbria ma, sicuramente, questa zona è ricca di gioiellini da non perdere; basta pensare che nella zona di Pale, grazie al corso del fiume, sorgeva una delle cartiere più importanti d’Italia, che fornì la carta per la stampa, nel 1472, della prima versione della Divina Commedia di Dante Alighieri!

Alla scoperta delle bellezze della Valle del Menotre

Iniziamo a parlare delle bellezze che circondano questa valle. La prima in ordine di importanza è il Parco dell’Altolina: delle cascate e un percorso fluviale che scende dal paesino di Pale fino a Belfiore. Si tratta di una passeggiata immersa in innumerevoli sfumature di verde, accompagnata dal rumore incessante dell’acqua che scorre. Uno dei tratti più suggestivi del percorso è “il velo della sposa”, una cascatella chiamata così proprio per la sua forma. Il corso del fiume, unite all’acqua delle infiltrazioni, dà vita alle stupende Grotte dell’Abbadessa, oggi chiamate più  comunemente Grotte di Pale. Queste cavità sono formate da diverse stanze, la più famosa è la camera del laghetto dove si sono formate delle colonne composte da stalattiti e stalagmiti. Le visite di questo luogo vanno assolutamente prenotate con un po’ di anticipo!

Eremo di Santa Maria Giacobbe

Salendo, invece, dal paese di Pale ci si imbatte in un percorso della via crucis molto particolare poiché conduce al meraviglioso eremo di Santa Maria di Giacobbe, costruito nella roccia e divenuto famoso grazie alle sua raccolta di acque con proprietà apotropaiche e curative. Proseguiamo il viaggio fino ad arrivare a Rasiglia, la nostra “piccola Venezia”. Passeggiare per questo borgo rilassa tutti i sensi. Incontrando gli abitanti del luogo si può tranquillamente venire a conoscenza della storia del telaio di Penelope, un racconto tramandato oralmente e che non svelo poiché è quasi un segreto e merita tutto il mio rispetto. Vi ho incuriosito abbastanza?

IDEE DI ITINERARIO

Parcheggio a Pale
Percorso fino all’eremo di Santa Maria di Giacobbe e ritorno
Pranzo presso l’angoletto de pale (unico punto ristoro in zona)
Passeggiata al Parco dell’Altolinasu

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con una storia, delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia?
Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

VUOI FAR CONOSCERE LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIA TUA? CHIAMA IL 339- 1520648 O SCRIVI UNA MAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *