Spoleto: il borgo umbro dei due mondi!

Spoleto: il borgo umbro dei due mondi! Tempio della cultura, dell’arte, della danza, impossibile non innamorarsene!

Alcuni cenni storici

Risale alla preistoria (XII-XI sec. A.C.) la nascita del primo insediamento nei dintorni di Spoleto. Data la sua posizione geografica, nell’età del ferro diventa uno dei maggiori centri umbri come testimoniano i ritrovamenti sepolcrali. Di questo periodo restano le mura poligonali o mura ciclopiche V-VI sec. A.C.

Ritroviamo il nome Spoletium ai tempi della colonia romana, nel 241 A.C..  Fu poi residenza di senatori romani e sotto il dominio dei Longobardi divenne capitale del Ducato di Spoleto, ampio territorio dell’Italia centro meridionale.

Dopo vari passaggi, dall’impero carolingio ai duchi di Spoleto, venne distrutta nel 1155 da Federico Barbarossa e contesa tra l’Impero e la Chiesa. Papa Innocenzo III finalmente la inglobò nello Stato Pontificio e sotto il Cardinale Egidio Albornoz, a cui si deve la costruzione della famosa Rocca, ne divenne centro nevralgico.

Ma è nel periodo rinascimentale che Spoleto vede la sua crescita come centro culturale, fin quando, dopo l’avanzata napoleonica, nel 1860 fu annessa al Regno d’Italia. Da qui, dopo la nascita dello Stato Italiano, Spoleto vede una decadenza legata al decentramento degli uffici verso le province di Perugia o Terni.

COSA VEDERE A SPOLETO

Spoleto è veramente tutta da visitare. Da dedicare almeno una giornata da trascorrere in questo splendido borgo ricco di storia. Ci limiteremo ad elencare i maggiori punti di attrazione.

Il Duomo sulla meravigliosa piazza, dedicato a Santa Maria Assunta, risale al XII secolo, in stile romanico. Rimaneggiata più volte, la facciata assume l’attuale sembianza fin dal 1207, con lo splendido mosaico di Solsterno. Il portico viene aggiunto intorno poco prima del 1500, in stile rinascimentale. Anche l’interno subisce vari rimaneggiamenti. E’ verso la fine del XVIII secolo che diventa così come la vediamo oggi.

La Chiesa di San Salvatore (IV-V secolo), inserita nel patrimonio mondiale dell’Unesco, E’ una delle più antiche chiese di origine paleocristiana, con il cimitero monumentale sotto la Chiesa.

La chiesa dei santi Giovanni e Paolo,  nel centro storico di Spoleto, si ergeva nel quartiere bizantino della città, con gli splendidi affreschi del XII secolo.

Numerose le chiese romaniche: San Ponziano, San Giuliano, San Gregorio Maggiore, Santa Eufemia, solo per citarne alcune.

I palazzi civici: Palazzo Spada, in cui ha sede il Museo Tessile e del Costume; Palazzo Racani Arroni, con graffiti cinquecenteschi, Palazzo Mauri, sede della biblioteca comunale.

I monumenti storici

La Rocca Albornoziana, che sorge sulla sommità del Colle Sant’Elia e domina tutta la vallata;

Il Ponte Sanguinario, risalente all’epoca romana, che sorge sotto il piano stradale;

L’arco di Druso, arco romano che si trova vicino alla Chiesa di Sant’Ansano e del tempio romano;

Il Ponte delle Torri. Uno dei luoghi più visitati e fotografati. Accoglie i turisti fin dal loro arrivo, dominando sulla strada per chi proviene da Roma sulla Strada Flaminia, con i suoi 82 m. di altezza. E’ lungo 230 metri e divide la città dalla montagna. Molto piacevole la passeggiata che porta al ponte, dove è stata installata una targa a ricordo della citazione di Goethe.

La Torre dell’Olio e la Porta Fuga, cosi nominata perché a  difesa della città veniva gettato l’olio bollente dalla torre e all’aggressore non restava altro che fuggire.

I teatri: il Teatro Romano, il teatro Caio Meilisso, Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, il Teatrino delle Sei, il complesso monumentale dell’Anfiteatro.

COSA MANGIARE A SPOLETO

L’enogastronomia è sicuramente un fiore all’occhiello di questa città. Come non citare il famoso Sagrantino di Montefalco… da accompagnare a strangozzi fatti in casa al tartufo, ad un bel tagliere di salumi e formaggi a alla coratella d’agnello.

CURIOSITA’

Lunga la filmografia che vede come set la città di Spoleto, soprattutto negli anni sessanta e settanta, ma anche nei giorni nostri, come non ricordare la fiction “don Matteo”.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Boxe Spoleto è l’unica Associazione sportiva Italiana a praticare la disciplina sportiva nata nel 2001 della Chessboxing: un incontro tra una partita di scacchi ed un round di pugilato che si alternano!

EVENTI

Il Festival dei Due Mondi durante la prima quindicina di luglio

La corsa dei Vaporetti a giugno

Sei già stato qui? Raccontaci allora la tua esperienza a Spoleto il borgo umbro dei due mondi! OPPURE
HAI UN’ ATTIVITA’ SLOW DA PROMUOVERE? UNA STRUTTURA RICETTIVA, UN’ ENOTECA, UNA BOTTEGA ARTIGIANALE O UN’ ESPERIENZA… CHIAMA IL 339-1520648 O SCRIVI UN’EMAIL

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIATUA:
CHIAMA IL 339-1520648 O SCRIVI UN’EMAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *