PROVERBI UMBRI: COSTA PIU’ CHE ‘L SALE A PERUGIA

PROVERBI UMBRI: COSTA PIU’ CHE ‘L SALE A PERUGIA

di Alessia C.

La nostra regione oltre ad essere ricca di panorami in cui perdersi, borghi medievali ed etruschi, eccellenze enogastronomiche vanta  una gran quantità di proverbi, frutto di storia e tradizioni. In ognuno si può trarre un pratico ed utile insegnamento, tutti molto divertenti da ascoltare, tutti nascondono la saggezza popolare del nostro popolo umbro. Grandi autori come Manzoni, Giusti, Tommaseo e molti altri affermavano l’importanza dei proverbi e quanto servissero ad arricchire il genere umano  mostrando i costumi popolari. Oggi voglio farvi scoprire uno dei più famosi proverbi umbri: costa più che ‘l sale a Perugia.

SAPETE CHE SIGNIFICA?

Nel 1531 su tutti gli stati della Chiesa venne applicata una tassa sul sale. Questa tassa causò un  gran malcontento di tutto il popolo tanto che i signori di Perugia, i Baglioni, tentarono di liberarsi completamente dal dominio papale. Intorno la fine del 1539 il papa Paolo III, in un periodo di estrema carestia, mostrò l’intenzione di richiedere l’aumento del prezzo del sale già stabilito con i diversi comuni. Perugia insorse contro lo Stato pontificio ma alla fine perse e fu sottomessa allo Stato della Chiesa. La tradizione ci dice che i perugini per non comprare più il sale dal Papa smisero di aggiungere il sale al pane, da li nacque il pane sciapo o sciocco. Costa più che ‘ l sale a Perugia significa una spesa salata, una cosa molto costosa.

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIATUA: CHIAMA IL 339-152064 O SCRIVI UN’EMAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.