Il Lago di Pilato, detto il lago con gli occhiali in Valnerina

LA VALNERINA E IL LAGO DI PILATO, DETTO IL LAGO CON GLI OCCHIALI
 Siete amanti della natura e dell’avventura? Vi consiglio di  venire in Valnerina a visitare il lago di Pilato, meglio conosciuto come il lago con gli occhiali. Luogo di magia, mistero e leggende. Il suo nome deriva da una leggenda secondo la quale nelle sue acque sarebbe finito il corpo di Ponzio Pilato mandato a morte da Tiberio Claudio Nerone. Si narra che il corpo di Pilato, chiuso in un sacco, venne messo su un carro trainato da due bufali senza carrettiere, che caddero dalla cresta della Cima del Redentore, precipitando così nel lago.
 
RIFUGIO DI STREGHE E NEGROMANTI

Fin dal 1200 il lago fu considerato il rifugio di streghe e negromanti, tanto da costringere le autorità religiose a proibirne l’accesso. Per intimorire maggiormente gli avventori  la Chiesa esponeva i malcapitati pendenti dalle forche fissate all’inizio della valle. Non solo!!! Fecero edificare muri a secco vicino al  bacino del lago con lo scopo di impedire che si avvicinassero alle acque.

IL LAGO DI PILATO O IL LAGO DELLA SIBILLA

Il lago è conosciuto anche come il lago della Sibilla poiché lì vicino si trovava il suo antro. Nel lago venne ritrovata la cosiddetta “Grande pietra”, piatta e di colore scuro con delle incisioni misteriose. Oggi questa pietra viene esposta al Museo della Grotta della Sibilla a Montemonaco. Insomma questo lago custodisce molti misteri e leggende secondo le quali si ritiene che da qui ci si introduce nel mondo degli Inferi.

ALCUNI SCATTI DEL LAGO DI PILATO DI MASSIMO PIERANTONI

 

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIATUA: CHIAMA IL 339-1520648 O SCRIVI UN’EMAIL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.