La vera storia di Luisa Spagnoli: una donna all’avanguardia dei primi Novecento

Luisa Spagnoli, imprenditrice perugina di successo

Oggi vi racconto la vera storia di Luisa Spagnoli, grande imprenditrice italiana, donna all’avanguardia dei primi Novecento.

Luisa Sargentini, nasce a Perugia nel 1877 da una famiglia semplice: padre pescivendolo, madre casalinga.
All’età di 21 anni si sposa con Annibale Spagnoli e insieme a lui rileva una drogheria nel centro del capoluogo umbro, all’interno del quale inizia a produrre e vendere confetti, pur non sapendo nulla di dolci.
Aiutata dal suo senso per gli affari e dalla sua lungimiranza entra in società con Francesco Buitoni, fondatore dell’omonimo marchio di pasta. Insieme aprono la famosa e leggendaria Perugina.

Lo scoppio della Prima Guerra mondiale porta gli uomini al fronte, la Spagnoli allora inserisce in azienda tutte le donne. Da madre di tre figli maschi istituisce il diritto all’allattamento e la nursery.

Il Bacio Perugina
 
 

Con grande perspicacia e acume intuisce la bontà del cioccolato alla banana, trionfando sulla concorrenza. Ed è in questo periodo che inventa il Bacio Perugina, cioccolatino con la nocciola destinato ad entrare nella storia.
Il Bacio nasce dalla volontà di impastare i resti di nocciola rimasti dalla lavorazione dei cioccolatini con altro cioccolato: ne esce un nuovo cioccolatino con una conformazione particolare, con al centro una nocciola intera. Inizialmente si chiama “Cazzotto”, perché riporta alla mente l’immagine di un pugno chiuso, ma un’amica la convince a cambiarne il nome, forse troppo violento, con “BACIO”, un nome tenero e dolce capace di conquistare migliaia di persone.

L’ Angora Spagnoli

Dopo il  primo conflitto mondiale Luisa si dedica anche all’allevamento del pollame e dei conigli d’angora. Per ottenere la lana d’angora per i filati, i conigli non vengono tosati o uccisi bensì pettinati. Dopo poco tempo nasce l’Angora Spagnoli, situata nel sobborgo di Santa Lucia, in cui si creano capi di abbigliamento alla moda, boleri e scialli.
La vita di Luisa Spagnoli, questa donna all’avanguardia nei primi Novecento, sembra essere stata una favola ma la sua storia è tutta reale e vera. Con Giovanni Buitoni, figlio di Francesco, ha avuto una storia d’amore appassionante e travolgente. Anche se di 12 anni più giovane di lei, i due hanno vissuto un legame profondo. Giovanni le sarà vicino fino alla sua prematura scomparsa, avvenuta all’età di 57 anni.
Famosa e conosciuta in tutto il mondo per la catena di abbigliamento e per il Bacio Perugina, Luisa Spagnoli è stata una delle donne più influenti e all’avanguardia dei primi Novecento.L’azienda fondata da Luisa diventerà, dopo la sua morte, un’attività industriale vera e propria. Successivamente verranno fondati la “Città dell’angora”, uno stabilimento intorno al quale si svilupperà una comunità autosufficiente e il parco giochi “Spagnolia”, ossia la “Città della Domenica”, primo parco divertimenti d’Italia.

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, storie o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIATUA: CHIAMA IL 339-1520648 O SCRIVI UNA MAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.