Piediluco, lago naturale tra i monti dell’Umbria

Lago di Piediluco, meraviglioso gioiello dell’Umbria

Piediluco si specchia sull’omonimo lago naturale ed è incastonato tra i monti dell’Umbria, un vero gioiello nascosto fra le pieghe dell’Appennino centrale italiano che non smette mai di stupire per tutto quello che può offrire al viaggiatore più attento e per la profondità della sua storia. Romantica di giorno, elegante di notte è la meta ideale per coloro che vogliono scoprire il piacere di una vacanza slow. Situato a pochi chilometri dalle rinomate Cascate delle Marmore, è contornato da una rigogliosa vegetazione e da basse casette dai colori vivaci che gli conferiscono un aspetto pittoresco. 

Lago di Piediluco, secondo lago dell’Umbria

Il lago di Piediluco, simile ad un lago alpino, è il secondo lago naturale dell’Umbria. Ha un perimetro di ben 13 chilometri ma non è molto profondo. Questa piana è detta anche Valle Santa per la presenza di ben 4 santuari francescani. Qui San Francesco era di casa, qui tutto il territorio è permeato dalla sua presenza. Il Lago di Piediluco è importante perché ospita il circolo canottieri e il centro nazionale della federazione, qui si allenano la nazionale olimpica e gli atleti che hanno già vinto una medaglia alle olimpiadi.

Piediluco, ai piedi del bosco sacro

Luco nelle lingue italiche e preromane indica un luogo sacro, più spesso un bosco dove abitavano divinità legate alla terra e alla natura. Un luogo dove si svolgevano i riti più sacri di quelle comunità antiche, come il rito dell’acqua. Da qui ha origine la festa che si svolge ogni anno a Piediluco ad inizio estate, un’ antica tradizione di origine pagana celebrata sia in epoca preromana che romana

Festa delle acque a Piediluco, vicino Terni

Alcune fonti narrano che, durante i festeggiamenti, barche addobbate sfilavano sul lago e ghirlande di fiori venivano gettate in acqua per onorare le divinità locali. Con la festa delle acque si celebrava il solstizio d’estate. Oggi ben 9 giorni rappresentano la continuazione di quegli antichissimi riti propiziatori per la fertilità della terra e l’abbondanza della pesca. La festa si svolge dal 24 giugno all’inizio di luglio ed offre manifestazioni culturali e folkloristiche che attirano molti visitatori dai territori vicini. L’appuntamento più importante è la sfilata notturna delle barche allegoriche: una vera gara di bellezza ed eleganza tra maestranze artigianali e famiglie di pescatori che da tempo immemorabile sono protagonisti del rito. Tanta bellezza si riflette anche nel borgo dove vicoli e balconi vengono adornati con fiori colorati. Il culmine della festa delle acque sono i fuochi pirotecnici sull’acqua, un vero e proprio spettacolo!!

Da non perdere…

Immancabile una visita all’antico abitato  medievale, abitato da poco più di 700 anime e dove si respira ancora il lento fluire del tempo. Ed è lentamente che vi consiglio di passeggiare attraverso le stradine strette di questo borgo annoverato tra i più belli d’Italia. Piediluco custodisce un interessante patrimonio storico; degno di nota è il Santuario di San Francesco, di epoca medievale, costruito in memoria della visita del Santo. Merita una visita anche la chiesa di origine romanica di Santa Maria in Colle, oggi auditorium. Da non perdere i resti dell’imponente Rocca situata sopra il Monte Luco. Nel percorso non potrete  tralasciare la via Panoramica che, come si intuisce dal nome, è il posto migliore per godere di uno scenario mozzafiato. Potrete scattare foto suggestive sia al lago che al borgo.

Attività da fare sul Lago di Piediluco

Se volete una vacanza attiva il lago naturale di Piediluco fa al caso vostro, ma anche se desiderate un po’ di tranquillità tra i monti dell’Umbria siete nel posto giusto!! Tra le insenature del lago troverete spiagge di sabbia attrezzate o angoli di prato per rilassarvi. Vi suggerisco un’escursione in battello per osservare il lago e i suoi segreti da un altro punto di vista. Se viaggiate con i vostri bambini potrete prenotare il tour con il Fantabattello, organizzato da Marmore Falls. Un viaggio di 45 minuti in cui lo gnefro, creatura leggendaria umbra, vi racconterà la leggenda della Ninfa e degli dei raccontata, un momento che appassionerà non solo i piccoli ma anche i grandi. Se amate la natura consiglio percorsi in mountain bike, escursioni trekking ma se siete più avventurieri e temerari potrete affittare una canoa oppure un kajak. 

Curiosità sul Lago di Piediluco

La forma piramidale del Monte Caperno e Monte Luco ha destato grande interesse ed è stato materia di studio di molti esperti. Il monte Caperno è denominato anche come Monte dell’Eco perchè negli anni passati era risaputo che coloro che pronunciavano frasi potevano riascoltarle dalla montagna. Si sa l’eco è sempre stata fonte di ispirazione per leggende e miti. Oggi tutti coloro che vengono non possono fare a meno di provare a ridurre l’eco anche se è meno percebile visto il cambiamento della conformazione dei monti grazie al rimboschimento.

Ph: Pro Loco di Piediluco

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

INSERISCI LA TUA ATTIVITA’ SU UMBRIATUA: CHIAMA IL 339-1520648 o SCRIVI UN’EMAIL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.