Il Frantoio Clarici di Foligno, una tradizione lunga 6 generazioni

UMBRIA TUA VI RACCONTA IL FRANTOIO CLARICI DI FOLIGNO
UNA STORIA LUNGA 6 GENERAZIONI

Seconda tappa di Umbria Tua è il Frantoio Clarici di Foligno, situato nel cuore della città. Attualmente possiamo parlare di una  posizione insolita in quanto 6 generazioni,  prima dell’urbanizzazione,  era immerso nella campagna. Appena varcato il grande cancello di via Garibaldi ci si rende subito conto di essere in un vero e proprio “Quartier generale dell’olio” dove avviene tutto il processo produttivo dell’azienda. Andiamo a scoprire insieme gli elementi del passato dell’azienda agricola: lo spanditoio, il chiaritoio e il sansificio.

SPANDITOIO, CHIARITOIO E SANSIFICIO

Partiamo dallo spanditoio, uno splendido edificio con volte e capriate risalente al 1874.  Circa 2500 mq di superficie in cui  si effettuava lo spandimento a terra delle olive raccolte. Adiacente il chiaritoio, luogo in cui  l’olio veniva messo a decantare in orci e successivamente stoccato. Per ovvi motivi il sansificio è stato dismesso, di esso intravedo la ciminiera in fondo al cortile. Una filiera cortissima che gira intorno ad un cortile dove avviene tutta la trasformazione dell’oliva: dal frutto all’olio. Pietro ed Elisabetta mi guidano attraverso questa cittadella raccontandomi non solo la storia dell’azienda ma anche quella del territorio e del paesaggio. 

COLTIVAZIONI DOP LUNGO LA FASCIA OLIVATA ASSISI- SPOLETO

I due fratelli mi parlano dei 100 ettari di oliveti che vanno da Colpersico all’abbazia di Sassovivo, circa 25000 piante coltivate in agricoltura biologica che si trovano nella rinomata fascia dop olivata di Assisi-Spoleto, l’unica in Italia a vantare il riconoscimento FAO come patrimonio agricolo di rilevanza mondiale.

L’ABBAZIA DI SASSOVIVO E LA FAMIGLIA CLARICI

Durante la nostra chiacchierata scopro che il fondatore dell’azienda Clarici decise di acquistare dei terreni nelle colline intorno Foligno e nel periodo in cui queste acquisizioni erano in corso i beni dello Stato Pontificio furono messi all’asta e lui decise di comprare anche parte dell’Abbazia di Sassovivo. Lì possiedono anche una lecceta tra le più importanti in Europa e gli oliveti di  diverse varietà, moraiolo, leccino e frantoio per creare un blend in grado di soddisfare anche i palati più raffinati ed esigenti.

SEPTEMBRIS

La raccolta delle olive avviene rigorosamente a mano e presso il frantoio Clarici inizia a fine settembre per produrre un’edizione limitata di Septembris. L’intuizione del giovane Pietro di attuare una lavorazione precoce delle olive, rifacendosi alla tradizione dei romani che le usavano per le cerimonie, ha dato origine ad un’eccellenza nel panorama nazionale. 

EVENTI

146 anni di Olio Clarici: sei generazioni, una sola passione”
Tutti i fine settimana ore 16.00 – 20.00 visite guidate al frantoio Clarici, fondato nel 1874 e unico ancora attivo nel centro storico di Foligno. Vendita diretta in Frantoio: il negozio Aziendale è aperto anche tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Per motivi organizzativi è consigliata la prenotazione telefonica o via WhatsApp al +39 0742 340788: in caso di raggiungimento della capienza massima del Frantoio, potrà essere necessario attendere qualche minuto per effettuare visite e degustazioni.

Vuoi raccontarci la Tua Umbria con delle immagini, delle leggende o un viaggio fatto nel cuore verde d’Italia? Mandaci una mail con il materiale e lo pubblicheremo con il vostro nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.